domenica 28 dicembre 2008

FUORI PROGARMMA 26 Dicembre

Con ancora il Cappone di Natale con Mostarda che passeggiava per i viali del mio stomaco, Venerdì serata improvvisata di gioco. Telefonata di Paolo che mi chiede se sono disponibile per una partita....ci penso 1/10 di secondo, poi faccio la solita scenetta e chiedo ad Emy.....tutto secondo copione......ok via libera.
Ore 21.30 arrivano i gamers..
La serata è addirittura di caratura internazionale.
Sono presenti ingenieri di varia natura e a vari stadi di maturazione: Paolo, Francesco, Matteo ( abitando in via s.tommaso prima di credere che sia veramente lui voglio mettere il dito nelle stigmate, che lui non ha sulle mani, ma in testa...)
Il Fiolosofo Suonato..nel senso che studia filosofia e suona...OLMO
La Parigina, si rivelerà essere la mina vagante del gruppo, Lea ( mi ha spiegato dove va l'accento ma non mi ricordo quindi a scanso di equivoci la chiamenremo Lea, Léa, Lèa.
Siamo quindi in 6 e si decide di affrontare nientedimeno che IMPERIAL.

Rilettura delle regole e si parte all'alba delle 22:10.
La cronaca della partita non sono in grado di farla, dirò soltanto che il filo conduttore della serata è stata la tattica di Lea,Lèa,Léa ad impadronirsi di nazioni fiorenti e portarle sull'orlo della catastrofe. Altro momento Saliente è stato il battibecco tra i due fratelli paolo e Matteo, sull'opportunità che Matteo tornasse sui suoi passi dopo aver effetttuato una mossa e aver distribuito denaro, Francesco da ragione a matteo. io Biecamente dò ragione a matteo Olmo Filosofeggia sulla questione, io annuisco, ma non capisco cosa mi sta dicendo, Paolo messo in minoranza fa una cosa che non mi sarei mai aspettato da un galantuomo della sua statura, si alza dal tavolo e se ne va!!......momenti di panico, il clima non è più rilassato, ma si palpa la tensione......se ne va in bagno......, no, impugna il telefono e chiama Mac Gedidt (l'autore del gioco), per chiedere a lui, ma è uscito a giocare a Risiko o monopoli con amici e la moglie non sa dare delucidazioni.....rassegnato e in minoranza accetta il verdetto, da quel momento non sarà più in partita. Anche matteo non dovrebbe essere più in partita non avendo governo, ma com'è come non è fa gli occhioni alla bella Pargina e ne dirige astutamente le mosse ed il verdetto finale gli darà ragione. Il giorno nuovo è già cominciato e le luci del nuovo sole entrando dalla finesrta illumineranno un foglio di carta abbandonato sul tavolo assieme ai resti del fiero pasto sul quale ci sarà scritto:

Matteo 117
Lea Lèa Léa 101
Paolo 96
Olmo 93
Diego 85
Francesco 83.

1 commento:

pAoLo ha detto...

Ho ricevuto risposta ora dall'autore. Avevo ragione, anzi doppiamente ragione, visto che la strana coppia Matteo/Lealèaléa non può creare una spa e giocare in comunione il resto della partita, soprattutto se Diego gioca la carta "Intrattieni la donna del tavolo con un qualsiasi animaletto carino" e comunque non può essere che una distruttrice di imperi sia lì... sopra tutti noi!

Aggiungo, partita falsata dalle regole arruginite che modificano la trategia dei giocatori nel corso della sfida... DA RIPETERE PRESTO per i soli ITALIANI! anche perché una Francia così potente non la si vedeva da tempo, spadroneggia nei mari e in terra...