venerdì 7 febbraio 2014

DELIRIO.....

Ebbene si , lo ammetto, quella dei giochi in pausa non è stat un ottima idea.....per la mia salute mentale.
Certo i bambini si divertono e sono sempre più numerosi, ma gestire 15-20 bambini da solo in un ora, dividendoli in gruppi appropriati a seconda del gioco, spiegando i giochi alla velocità della luce ad un tavolo intanto che gli altri tavoli aspettano e ti chiamano per spiegargli il loro gioco o chiederti l'ennesimo chiarimento, non è proprio una cosa rilassata. Mi è venuta allora una brillante idea.....porto un gioco uguale per tutti lo spiego a tutti e poi loro giocano...GENIALE!!
Tra la mia collezione ho giusto giusto 5 copie di Forbidden Island, ( isola proibita) simpatico gioco cooperativo, ovvero i giocatori non sono in antagonismo fra di loro, ma devono cooperare tutti assieme per vincere contro il sistema di gioco.....o collaborano o perdono.
la quiete prima della tempesta
Bhe  dico solo che è stato un delirio terminato la spiegazione, continuavo ad andare da un tavolo all'altro a verificare che giocassero correttamente, succedeva di tutto da isole che non affondavano, esploratori con 10 carte tesoro, partite che miracolosamente duravano 5 minuti per finire in gloria. su 5 tavoli ce ne fosse uno che abbia perso la partita...macchè.....tutti esploratori provetti.......diciamo che la voglia di vincere fa sviluppare uno strano senso di collaborazione per cui le regole si possono facilmente piegare alla volontà del gruppo. Tranne la foto prima dell'arrivo dei piccoli barbari non sono più riuscito a scattare nulla a dimostrazione della frenesia della giornata.
E' stata comunque una esperienza, magari da ripetere in altre condizioni, positiva, tanto che la volta successiva qualcuno mi ha richiesto di rigiocarci.....saranno accontentati.
Nel frattempo oggi ( 7 febbraio) ho fatto giocare per la prima volta un piccolo gestionale, ovvero un gioco dove il divertimento è nello sviluppare una certa strategia, pianificare e controllare gli altri giocatori, MARE BALTICUM. i giocatori gestiscono una flotta di pescherecci nel mare baltico, che deve uscire a pescare il pesce migliore, riportarlo nei porti dove viene richiesto e venderlo al prezzo migliore possibile, prima che le acque ghiaccino e la stagione della pesca finisca, senza dimenticarsi di pagare le tasse per i diritti di pesca. Il giocatore che riesce a meglio interpretare il tabellone e a pianificare con anticipo le proprie mosse sarà dichiarati il pescatore provetto.
La partita è filata lisci con solo qualche indecisione, al termine i punteggi sono stati molti vicini e il vincitore ha vinto per un solo punto.

alla prossima puntata di GIOCHI...... IN PAUSA

2 commenti:

remo conzadori ha detto...

il grande dubbio è come tu faccia ad avere 5 copie dello stesso gioco... :)
puoi spiegare un po' meglio le modalità con cui si svolge "giochi in pausa"? orari, luogo, numero di bambini, etc

J Van Dick ha detto...

ciao remo.....le 5 copie le ho perché le avevo comprate per utilizzarle a scopo " didattico", per un lavoro sulla collaborazione per ottenere un obiettivo comune....
per il resto la cosa è organizzata così:
ogni venerdì ( o almeno quando riesco) nella pausa pranzo tra le lezioni del mattino e quelle del pomeriggio dalle 12:50 circa alle 14:00 i bambini di 4° e 5° elementare che si fermano in mensa possono accedere se vogliono alla palestra dove predisponiamo dei tavoli per giocare, la partecipazione è libera se vogliono vengono altrimenti giocano in cortile...
in palestra l'accesso è consentito solo a chi gioca e solo a chi è lì dall'inizio in modo da non interrompere le partite in corso ....i bambini normalmente si dividono autonomamente in base al gioco che scelgono di giocare. Se conoscono già le regole giocano in autonomia, oppure se è un gioco nuovo gli spiego le regole e li seguo per qualche turno, alternandomi ai tavoli.
la cosa non è sempre semplice perché ci sono mediamente 15 bambini, a seconda anche del tempo meteorologico...ultimamente ci sono bambini che hanno chiesto ai genitori di riaccompagnarli a scuola un ora prima per venire a giocare, quindi l'iniziativa penso che piaccia......
Come aiutante ho Lorenzo ( mio figlio) che da " esperto " mi aiuta a spiegare alcuni giochi ai suoi compagni....sicuramente un adulto in più non guasterebbe....
tutto qua.

Ciao.